Il concetto di "living lab" è un interessante approccio nelle attività di ricerca che consente agli utilizzatori – rappresentati dagli stessi abitanti di una cittadina o di una zona – di collaborare con ricercatori, progettisti e sviluppatori nella realizzazione e sperimentazione di nuovi prodotti e servizi ad essi destinati.

Nel progetto BUSSOLA , il concetto di Living Lab viene "dotato di ruote" per rendere possibile la progettazione collaborativa di servizi orientati alla sicurezza dei viaggiatori e al miglioramento della qualità dei loro spostamenti.

Il progetto BUSSOLA (BUS Services mObilizing Living lAb) pone, infatti, al centro dell'attenzione proprio i mezzi adibiti al trasporto di persone (pullman turistici e di linea su tratte di breve/media percorrenza) come strumento grazie al quale realizzare un living lab in movimento su cui progettare, implementare e sperimentare servizi innovativi che, sfruttando ed alimentando l'ecosistema della piattaforma SmartDataNet, si focalizzeranno su 3 principali macro-aree:

  • il monitoraggio della qualità dell'aria
  • il monitoraggio dei passeggeri e la sicurezza a bordo del veicolo
  • il turismo e il geomarketing
Il Living Lab su cui verranno resi disponibili i suddetti servizi avrà, inoltre, lo scopo di stimolare ulteriormente l'innovazione portando la ricerca fuori dai laboratori, verso contesti di vita reale trasferendola proprio sui mezzi di trasporto, sui quali gli utenti saranno incoraggiati a collaborare con i ricercatori, gli sviluppatori e i progettisti per contribuire al processo innovativo nel suo complesso, fornendo alla ricerca e al sistema imprenditoriale preziosissimi feedback per la messa a punto finale e la successiva commercializzazione delle soluzioni.

L'infrastruttura generale del progetto BUSSOLA adotterà un'architettura di tipo distribuito e modulare, progettata per veicolare e gestire informazioni eterogenee provenienti da diverse fonti, sia interne al sistema, sia esterne.

Tale configurazione consentirà, in linea con il bando del progetto, di creare flussi informativi a valore aggiunto da e verso la piattaforma "SmartDataNet", allo scopo di creare un'unica soluzione integrata in grado di produrre nuovi dati Open per lo sviluppo di soluzioni innovative nei suddetti settori.

Bando
Progetto finanziato nell'ambito del POR FESR 2007/2013 della Regione Piemonte con il concorso di risorse comunitarie del FESR, dello Stato Italiano e della Regione Piemonte

L'intervento rientra tra le misure previste dal Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR-FESR), che si articola in specifici Assi di intervento, finalizzati a sostenere e rafforzare la competitività del sistema regionale e l'occupazione.

L' obiettivo generale del Bando è permettere alle imprese, grazie alla collaborazione con i centri di ricerca, di condurre attività di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale di nuovi servizi innovativi secondo la metodologia internazionale dei Living Labs.
Smart Data Platform (http://www.smartdatanet.it/) è una piattaforma tecnologica regionale aperta a tutte le imprese e ai soggetti pubblici e privati, in grado di offrire:

  • l'accesso ai dati pubblici per arricchire la propria offerta
  • la circolarità delle eventuali informazioni di ecosistema generate dai progetti (modello Open Data)
  • la disponibilità di modelli di standardizzazione dei protocolli di raccolta e pubblicazione dei dati
La piattaforma sviluppata dalla Regione Piemonte sarà fruibile gratuitamente offrendo servizi di sistema in ottica cloud.
Bussola image

Qualità dell'aria

Il monitoraggio della qualità dell'aria e il rilevamento della presenza di pollini verrà svolto effettuando operazioni di data fusion sui dati provenienti da sensori di vario genere (temperatura, umidità, qualità dell'aria, inquinamento, pollini...).

Bussola image

Sicurezza a bordo

Il monitoraggio dei passeggeri e la sicurezza a bordo del veicolo verrà svolto con tecnologie differenti a seconda delle tipologie di mezzi presi in esame (mezzi di linea extraurbani e mezzi turistici, solitamente impiegati per viaggi organizzati).

Bussola image

Turismo

I servizi di turismo e geomarketing saranno implementati per facilitare l'accesso a beni, servizi e informazioni del territorio, ottimizzando le risorse a disposizione del turista e degli operatori e migliorando l'esperienza turistica.

Questo macro-settore approfondisce il tema del monitoraggio della qualità dell'aria.

La mobilità ha effetti su diversi aspetti della vita quotidiana, dalla qualità dell'aria alla qualità della vita, dalla sicurezza al risparmio energetico. Uno studio del Centro Europeo Ambiente e Salute dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ha evidenziato l'impatto che hanno le alte concentrazioni d'inquinanti presenti nell'aria delle città sulla salute dei cittadini, calcolando il tasso di mortalità, il numero di ricoveri ospedalieri e i casi di malattia, imputabili alle concentrazioni medie di PM10 (la frazione respirabile delle polveri).
L'impatto stimato dell'inquinamento da PM10 sulla salute dei cittadini delle otto maggiori città italiane, ha rivelato che nella fascia di popolazione oltre i trent'anni, il 5% di tutti i decessi osservati nel 2008 è attribuibile al PM10 in eccesso di 30m g/m3. Uno studio del 2010 evidenzia inoltre come le malattie allergiche appaiano in costante aumento, prevalentemente tra bambini e adulti, soprattutto nelle forme respiratorie. Tale tendenza è relazionata a vari fattori, inclusi quelli ambientali: i soggetti che subiscono un impatto ripetuto con sostanze allergizzanti, come gli inquinanti atmosferici, possono vedere aumentare gli effetti da allergia da polline. Infine, le condizioni climatiche influenzano in modo preminente la diffusione e il potere allergenico dei pollini.

Appaiono quindi significativi i vantaggi di una soluzione che, integrando sensori posizionati sui mezzi di trasporto, consenta di raccogliere e condividere diversi dati ambientali lungo il tragitto dei mezzi stessi:

  • possibilità di sfruttare differenti tipologie di sensori per la rilevazione di temperatura, umidità, qualità dell'aria, concentrazione di polline
  • possibilità di effettuare rilevazioni in differenti punti del tragitto, correlandoli con informazioni di posizionamento (GPS)
  • possibilità di gestire una vasta area di copertura, dipendente sia dal tragitto dei mezzi, sia dal numero di mezzi disponibili
  • differente frequenza di raccolta dei dati (periodica), dipendente dagli orari dei mezzi
  • possibilità di utilizzare i dati raccolti per conoscere le criticità ambientali urbane e fornire quindi informazioni in grado di supportare processi decisionali volti a risolvere le criticità stesse

L' obiettivo è sviluppare una soluzione hardware e software ad hoc integrando sensori di vario genere (ad esempio temperatura, umidità, qualità dell'aria, inquinamento, pollini...).

Tale soluzione dovrà essere installata sui mezzi di trasporto per raccogliere dati lungo il tragitto; in particolare, la sperimentazione sarà effettuata sui mezzi di linea extraurbani per soddisfare l'esigenza di raccogliere dati con continuità nelle medesime località e di creare una serie storica che permetta di valutare l'evoluzione effettiva della qualità dell'aria.

Alcune delle informazioni ottenute potranno inoltre essere validate attraverso dati già esistenti rilevati con appositi dispositivi presenti sul territorio. I dati raccolti verranno veicolati verso la piattaforma SmartDataNet su cui verrà realizzata un'applicazione atta a farne del mining/statistiche. Uno degli output di questa realizzazione è la possibilità di avere una mappa della qualità dell'aria (sia in termini di parametri inquinanti sia di pollini e polveri) per le zone servite dai mezzi di trasporto con cui aggiornare in tempo reale la piattaforma SmartDataNet.

Aria

Questo macro-settore si occupa del monitoraggio dei flussi di passeggeri sui mezzi di linea extraurbani e della sicurezza a bordo dei mezzi turistici e di linea.

Il monitoraggio dei passeggeri saliti e discesi dai bus extraurbani dovrebbe costituire uno strumento di ausilio al BIP per la stima dei carichi, evidenziando situazioni di sovraffollamento o di scarsa frequentazione. La disponibilità dei carichi costituisce condizione necessaria per la pianificazione dei servizi da parte degli enti preposti (Pubblica Amministrazione) e delle aziende esercenti.

Il tema della sicurezza a bordo dei bus, invece, è relativo ai mezzi turistici a noleggio, con lo scopo di monitorare con continuità la presenza o l'assenza di ciascun componente del gruppo.

Per ognuno dei due temi (e dei relativi ambiti di applicazione), si definiranno gli obiettivi e si introdurranno alcuni possibili servizi.

Nel caso di mezzi di linea extraurbani, ci si pone l'obiettivo di realizzare una soluzione atta a rilevare in tempo reale il numero di passeggeri a bordo di un mezzo, analizzandone i flussi in ingresso ed uscita. Tale soluzione ha lo scopo di aumentare la sicurezza a bordo del mezzo di trasporto (evitando di imbarcare un numero di passeggeri superiore a quello consentito, con possibili ripercussioni in caso di emergenze) e contemporaneamente di offrire uno strumento con cui ottimizzare flotte ed orari, con ripercussioni sia verso l'azienda di trasporto sia verso l'utente finale e l'ambiente. Inoltre, tale attività consentirebbe di superare una delle limitazioni legate al BIP, ossia l'impossibilità di sapere il numero reale di passeggeri a bordo del veicolo (normalmente la tessera BIP viene convalidata solo in ingresso al mezzo e non in uscita, non consentendo di avere una visione di quante persone sono presenti sul mezzo in un certo momento). Per raggiungere questo obiettivo, una possibile soluzione potrebbe essere realizzata utilizzando una coppia di barriere ad infrarossi, per rilevare in maniera distinta il flusso in ingresso da quello in uscita dal mezzo e, conseguentemente, determinare il numero di passeggeri a bordo. Altre soluzioni potrebbero utilizzare camere o termocamere, sfruttando le competenze dei partner della proposta stessa.

Nel caso di mezzi turistici, invece, considerando il classico scenario di una gita accompagnata, ci si pone l'obiettivo di realizzare una soluzione completa (da immaginare come una sorta di kit che non richieda installazioni sul mezzo). In questo scenario, si vorrebbe realizzare un dispositivo indossabile (braccialetto, badge...) utile per identificare e tracciare in maniera univoca ogni singolo membro della gita (bambino, adulto, anziano...), al fine di poterne monitorare in tempo reale la presenza sul mezzo o all'interno di un certo raggio di tolleranza.

Il monitoraggio potrebbe essere effettuato tramite un'applicazione ad hoc sviluppata su tablet (in dotazione all'accompagnatore o al guidatore) che, sfruttando un opportuno canale di comunicazione (ad esempio Bluetooth Low Energy), sarà in grado di visualizzare la presenza di tutti i membri del gruppo ed eventualmente notificarne l'assenza di alcuni. Tale dispositivo potrebbe essere anche arricchito con un hardware aggiuntivo (un buzzer, motorino vibrante o alcuni pulsanti) per realizzare funzionalità avanzate come la notifica in caso di allontanamento eccessivo dal gruppo, richiesta di attenzione, ecc.
La realizzazione di un tale dispositivo indossabile potrebbe consentire, inoltre, di disegnare anche altri servizi o giochi di gruppo con l'obiettivo di rendere il singolo maggiormente coinvolto nelle attività del gruppo (aggiungendo opportuni pulsanti per effettuare scelte in base alle preferenze del gruppo).

Sicurezza

Questo macro-settore si occuperà della realizzazione di servizi ed attività che migliorino la qualità del viaggio e l'esperienza turistica dei passeggeri nonché il sistema generale dell'offerta, sia nel caso di mezzi turistici a noleggio sia di linea.

Obiettivo delle attività di questo macro-settore è, quindi, facilitare l'accesso ai beni, servizi e informazioni, ottimizzando le risorse a disposizione del turista e degli operatori, migliorando le possibilità di offerte turistiche, mettendo a valore le peculiarità del territorio, stimolando l'evoluzione dell'ospitalità.

I servizi pilota che si andranno a sviluppare possono essere così riassunti:

  • Radar di viaggio: ciò che si intende realizzare è un servizio “a bordo” che elabori le informazioni relative al viaggio legate alla posizione del veicolo e ai tempi attuali di percorrenza (integrando dati provenienti dalla piattaforma SmartDataNet con le informazioni legate al viaggio, al meteo, traffico...), che metta tali dati in relazione con contenuti informativi turistici, resi pubblicamente disponibili ed organizzati, e permetta di offrire al passeggero uno strumento informativo per venire incontro alle proprie esigenze in mobilità. Tale servizio, sfruttando la posizione del mezzo e l'itinerario di viaggio, sarà in grado di mostrare informazioni turistiche geolocalizzate dei punti di interesse in prossimità del mezzo stesso o del luogo di destinazione, attraverso una intuitiva rappresentazione cartografica. Consentirà, inoltre, di raccogliere informazioni dai viaggiatori (veicolandole sulla piattaforma SmartDataNet o su piattaforme social) per realizzare altri servizi innovativi che consentano di determinare esigenze, aspettative, o di sondare l'accettazione da parte dell'utente finale di nuovi servizi/funzionalità. Inoltre, con l'allestimento a bordo dei mezzi di trasporto di appositi monitor, anch'essi integrati con le informazioni di posizionamento del mezzo, sarebbe possibile veicolare all'utenza direttamente su tale supporto alcune informazioni relative allo svolgimento del servizio (cambi percorso, soppressione fermate, promozioni tariffarie, …) o informazioni contestualizzate rispetto alla percorrenza (anticipi/ritardo, posizione in cartografia, tempi di percorrenza, traffico, …).
  • GeoMarketing: per realizzare questo servizio si potrebbero progettare copri poggiatesta innovativi, integrando al loro interno anche una componente tecnologica atta a favorire l'interazione con i viaggiatori (QR Code, NFC). Tali copri poggiatesta rappresenterebbero il punto di accesso ai servizi di marketing basati sulla posizione del mezzo. Lato back-end, sfruttando un'applicazione (direttamente connessa alla piattaforma SmartDataNet), si potrebbe consentire agli esercenti di pubblicizzare le proprie attività/prodotti in maniera geo-referenziata. Integrando questa informazione con la posizione del mezzo, nota in qualunque momento, sarebbe possibile suggerire ai passeggeri informazioni su prodotti/promozioni/eventi o inviare loro buoni sconto legati ad esercizi, in prossimità del mezzo.

Turismo


Partner

BUSSOLA si avvale delle competenze dei seguenti partner: A.T.I., ISMB, C SYSTEM, GEO4MAP, PLUSERVICE e SiTI.

A.T.I. oggi gestisce 42 linee suddivise tra extraurbane, operaie e servizi atipici che collegano l'asse Torino - Cuneo, le principali vallate del cuneese, la zona del monregalese e delle Langhe per una rete chilometrica di circa 6 milioni km/anno complessivi. Fornisce il servizio a 95 Comuni, con un bacino di popolazione di 1.323.843 abitanti.
L'Istituto Superiore Mario Boella (ISMB) è un Centro di Ricerca Applicata nel settore delle ICT e delle tecnologie wireless che opera in collaborazione con altri centri di ricerca, Università ed industrie per contribuire al processo globale di innovazione. Collabora al progetto con due aree di ricerca, focalizzate sulla progettazione di servizi ed applicazioni innovative fruibili in mobilità e sul cloud computing.
C System sviluppa e offre consulenza nell'ambito di progetto e sviluppo di sistemi software ed hardware operando con tecnologie d'avanguardia tra cui lo stack HTML5 per lo sviluppo delle interfacce utente per applicativi web e mobile. Ha sviluppato piattaforme di gestione locale e remota della sicurezza e della produzione che integrano dispositivi eterogenei (sensoristica ambientale, sistemi antintrusione e antincendio, controllo accessi, dispositivi tecnologici, videosorveglianza, e video analisi).
Geo4Map, spin off dell'Istituto Geografico DeAgostini, ha come core business l'elaborazione dei dati spaziali e la produzione e gestione di banche dati spaziali. Evidenzia la propria professionalità in molteplici canali, oltre ai tradizionali prodotti cartografici, attraverso la gestione di Geo Database, la realizzazione di servizi di geolocalizzazione di dati per le aziende e gli enti pubblici, lo sviluppo di applicazioni per smartphone e tablet con fini turistici, culturali e ludico formativi.
Pluservice è una azienda attiva nelle soluzioni ITS (Intelligent Transport System) per il settore della mobilità pubblica da oltre 25 anni. Più di 250 aziende di trasporto usano le soluzioni Pluservice per la gestione dei processi aziendali, turnazione di mezzi e personale, bigliettazione, monitoraggio dei mezzi, infomobilità, manutenzione, servizi flessibili, contabilità, controllo di gestione, etc. Pluservice è fornitore dell'intera piattaforma tecnologica del progetto BIP Cuneo (Biglietto Integrato Piemonte). Oltre a ciò, Pluservice è fornitore del centro infomobilità e clearing CSR Piemonte (Centro Servizi Regionale) e del sistema PYOU che prevede l'utilizzo di una card specifica (stessa tecnologia della card BIP) per l'accesso ad una moltitudine di musei, biblioteche, impianti sportivi, cinema, musei, luoghi di aggregazione, etc della regione Piemonte.
L'Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l'Innovazione (SiTI) è un'associazione senza scopo di lucro, che svolge attività di ricerca e formazione orientate all'innovazione e alla crescita socio-economica. Partecipa al progetto con l'area di ricerca Logistica e Trasporti, che si occupa di pianificazione dei trasporti orientata allo sviluppo sostenibile del territorio e che mette a disposizione le proprie competenze nel settore della programmazione e del controllo dei servizi di trasporto collettivo su gomma acquisita durante le attività di collaborazione con la Regione Piemonte (Studio per il riassetto del TPL su gomma della Regione Piemonte, Piano Regionale dei Trasporti del Piemonte, Studio per il riassetto del sistema della mobilità di Cuneo).
Partner

Contact

Contatti

Si desiderano maggiori informazioni sul progetto BUSSOLA?

E' possibile scrivere al seguente indirizzo e-mail Contatti

News

News dal progetto BUSSOLA

14/10/2015 - Living Lab Bus Turistici

Test in campo Living Lab Bussola su Bus Turistici presso Lago d'Orta e Omegna, con classi dell' I.C. Castiglione Torinese.

26/03/2015 - Seminar Public Transport Innovations for Smart Cities São Paulo, Brazil

Guido Di Pasquale (Pluservice) parlerà del progetto Bussola all'interno delle tematiche di soluzioni innovative per il trasporto pubblico nel Seminario UITP a San Paolo del Brasile.

13/03/2015 - Focus Group a Cuneo

Focus Group all'Unione Industriale di Cuneo per definire i requisiti del progetto Bussola.

23/01/2015 - Kick off Meeting

Kick off Meeting presso ISMB con tutti i partner del progetto Bussola.

News

Area riservata

Accesso all'area riservata del sito.

Per accedere all'Area Riservata è necessario disporre di username e password.
Reserved